chef

GIULIO COPPOLA

In cucina esiste un’etica del cibo,
che nel mio ristorante porto avanti
dalla sua nascita.

LE ORIGINI

icon-title-chef

DI UNA PASSIONE

Il cibo è la mia passione, fin da piccolo. Guardavo nonna Concetta cucinare, cercando di rubarle quei segreti e dettagli che trasformano un piatto da buono a ottimo. Questa passione nel corso degli anni non è mai venuta a mancare, trasformandosi in lavoro.

IL GURU

icon-title-chef

DEI FORNELLI

Sono cresciuto alla “prestigiosa corte” dell’amico e maestro Antonino Cannavacciuolo, Chef e patron di Villa Crespi ad Orta San Giulio. Un vero guru dei fornelli: 2 stelle Michelin, 3 forchette Gambero Rosso e 3 cappelli de “L’Espresso”, nonché il volto televisivo di “cucine da incubo”. Non si è fatto mancare nulla e spero che non rinneghi mai di aver avuto me tra i suoi discepoli, anzi spero proprio di essere stato il suo prediletto.

LA SVOLTA

icon-title-chef

RISTORANTE LA GALLERIA

Battute a parte.  Dopo aver lavorato in cucina con Cannavacciuolo, il gigante della cucina (gigante in tutti i sensi), dopo aver condiviso con lui i fornelli e tante belle esperienze ho ascoltato i suoi consigli e, consapevole dell’avventura nella quale mi imbattevo, ho aperto con la mia compagna Camilla un locale tutto mio al centro di Gragnano, nella prestigiosa Galleria Garofalo: “Ristorante La Galleria”.

LA GALLERIA

icon-title-chef

SI TRASFERISCE

Quattro anni dopo La Galleria si sposta, apre in piazza Aubry in un locale che si sviluppa su due livelli: al primo piano la sala curata da Camilla Inserra, la mia compagna, mentre la suggestiva cantina è ipogea.

JEUNES RESTAURATEURS

icon-title-chef

D'EUROPE

Con grande orgoglio, faccio parte di Jeunes Restaurateurs d’Europe (Jre), l’associazione che riunisce i migliori e i più giovani rappresentanti dell’alta gastronomia.

Noi di JRE siamo anche amici che condividono la stessa passione: il buon cibo e la cucina che rispetta le materie prime. Due gli ingredienti segreti di ogni piatto: amicizia e divertimento.